DEFINIZIONE AGEVOLATA AI SENSI DEL DL N. 193/2016 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 225/2016

DEFINIZIONE AGEVOLATA AI SENSI DEL DL N. 193/2016 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 225/2016

La Definizione agevolata prevista dal decreto legge n. 193/2016, convertito con modificazioni dalla Legge n. 225/2016, in vigore dal 3 dicembre, si applica alle entrate comunali, anche tributarie, non riscosse a seguito di provvedimenti di ingiunzione di pagamento di cui al regio decreto 14 aprile 1910, n. 639, notificati negli anni dal 2000 al 2016.

I debitori che aderiscono alla definizione agevolata delle entrate possono estinguere il debito, senza corrispondere le sanzioni, versando:

  • le somme ingiunte a titolo di capitale ed interessi;
  • le spese relative alla riscossione coattiva, riferibili agli importi di cui alla precedente lettera a);
  • le spese relative alla notifica dell’ingiunzione di pagamento;
  • le spese relative alle eventuali procedure cautelari o esecutive sostenute.

Per le sanzioni amministrative per violazioni del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, le disposizioni del presente articolo si applicano limitatamente agli interessi, inclusi quelli di mora e quelli di cui all’articolo 27, sesto comma, della legge 24 novembre 1981, n. 689.

 

COME PRESENTARE LA DOMANDA

Per aderire alla definizione agevolata è necessario presentare al Comune, o al concessionario per le entrate in concessione, apposita istanza entro il 2 maggio 2017.

L’istanza debitamente compilata in ogni sua parte e firmata dovrà essere presentata, unitamente alla copia del documento di identità:

Il Comune di Arcore comunicherà al debitore entro il 30 Giugno 2017 l’ammontare complessivo delle somme dovute ai fini della definizione, le modalità di pagamento, nonché l’importo delle singole rate, il giorno e il mese di scadenza di ciascuna di esse, attenendosi ai seguenti criteri:

  • versamento unico o prima rata: entro il mese di luglio 2017;
  • versamento in rate bimestrali come segue: 20% del dovuto entro luglio 2017, 20% del dovuto entro settembre 2017, il restante 60% in rate di pari importo con scadenza entronovembre 2017, gennaio, marzo, maggio, luglio e settembre 2018;
  • versamento in rate bimestrali inferiori alle n.8 previste manel rispetto della cronologia delle scadenze indicate al punto b) e garantendo almeno il 40% del dovuto nelle prime due rate e la differenza in rate di pari importo.

 

L'avviso

Il modulo per la presentazione dell'istanza